BLOG
Vacanze diving in Salento alla scoperta dei relitti
Vacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relittiVacanze diving in Salento alla scoperta dei relitti

Vacanze diving in Salento alla scoperta dei relitti

570 

4 giorni / 3 notti in Salento a Santa Caterina di Nardò alla scoperta dei fondali cristallini e dei più affascinanti relitti della Seconda Guerra Mondiale.

 

 

Descrizione del viaggio

  • OFFERTA SCADUTA
  • Quando: marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre.
  • Dove: Santa Caterina di Nardò (Lecce)
  • Durata Soggiorno: 4 giorni / 3 notti
  • Trattamento: 3 cene tipiche, 1 pranzo tipico in locanda, 1 pranzo tipico a bordo, 2 aperitivi
  • Immersioni: 4 immersioni (2 al giorno, di cui 1 immersione notturna)
  • Cosa si vede: saraghi, salpe, cernie, aragoste, murene, spugne , crostacei, dotti, pesci di passo, archi naturali,  spugne axinelle cannabina.

 

Organizzazione

Easy Holidays S.r.l. in collaborazione con Cala d’Aspide Resort e Costa del Sud Diving Service.
La presente proposta non costituisce un pacchetto turistico. Costituisce la promozione di servizi diving e la semplice segnalazione di strutture ricettive in loco, prenotabili singolarmente.


Video

 

Prezzi

  • Quota sub: 570 €
  • Quota non sub: 430 €

 

La quota include:

  • Soggiorno di 4 giorni / 3 notti presso il Cala d’Aspide Resort a Santa Caterina di Nardò (Lecce), con trattamento di prima colazione inclusa.
  • Trattamento:
    • 1° giorno: Cena presso il ristorante La Pergola per degustare rinomati piatti a base di pesce fresco.
    • 2° giorno: Pranzo caratteristico a bordo.  Cena presso ristorante tipico.
    • 3° giorno: Cena tipica presso il Resort.
    • 4° giorno: Pranzo presso la Locanda Rivoli.
  • N° 4 immersioni (di cui 1 notturna): relitto della nave Neuralia, relitto dell’aereo Junker 88, grotta delle corvine, parete di Porto Selvaggio.
  • Aperitivi:
    • 1° giorno: Aperitivo di benvenuto e briefing presso il Costa del Sud Diving Service.
    • 3° giorno: Aperitivo presso il Resort. 
  • Visita guidata del centro storico di Lecce e sosta in un’antica bottega di Cartapesta. 

 

La quota non include:

  • Viaggio A/R
  • Noleggio attrezzatura
  • Extra e spese personali
  • Trasferimento dalla stazione di Lecce oppure dall’aeroporto di Brindisi: 30 €

 

Segnaliamo che a causa delle condizioni meteo, può variare la località delle immersioni, e che le Experience possono essere modificate a seconda di particolari necessità dei partecipanti.

Mappa

Programma

  • 1° Giorno: Arrivo a Cala d’Aspide Resort a Santa Caterina di Nardò (Lecce). Aperitivo di benvenuto e briefing presso il Costa del Sud Diving Service. Cena presso il ristorante La Pergola per degustare rinomati piatti a base di pesce fresco.
  • 2° Giorno: Dopo colazione, Immersione Relitto Nave Neuralia. Pranzo caratteristico a bordo. Immersione Grotta delle Corvine. Rientro in struttura. Cena presso ristorante tipico.
  • 3° Giorno: Dopo colazione, Immersione Relitto Aereo Junker 88. Rientro in struttura. Aperitivo presso il Resort. Pomeriggio libero. Immersione notturna Parete di Porto Selvaggio. Rientro in struttura. Cena tipica presso il Resort.
  • 4° Giorno: Dopo colazione, visita guidata del centro storico di Lecce. Sosta in un’antica bottega di Cartapesta. Pranzo presso la Locanda RivoliPartenza.

Immersioni

 

IL RELITTO DELLA NAVE NEURALIA

La nave Neuralia, costruita nel 1912 a Glasgow, in Gran Bretagna, fu nave da trasporto di truppe, nave ospedale nel Mar Mediterraneo, nave passeggeri e nave scuola per giovani inglesi con destinazione Mar Baltico e Fiordi Norvegesi. Con l’avvento della Seconda Guerra Mondiale, tornò a svolgere mansioni militari. Nel 1944, dopo l’invasione delle forze alleate, partecipò allo sbarco in Normandia in qualità di nave appoggio, compiendo circa 14 viaggi, tra andata e ritorno, per trasportare ufficiali e truppe alleate sulle coste francesi. La vicenda del Neuralia si concluse il 1° Maggio del 1945, all’altezza di Torre Inserraglio, quando, dirigendosi a Taranto per prelevare i prigionieri di guerra tedeschi, si scontrò con una mina galleggiante. Affondò poco dopo. Nell’esplosione morirono quattro persone. Il relitto giace oggi a una profondità massima di 33 metri, a circa un miglio di distanza dalla costa. Non è integro a causa dei lavori effettuati nel dopoguerra per il recupero delle sue parti più importanti.

L’IMMERSIONE (33 metri)
Scendendo dalla cima dell’ancora si intravede dopo pochi metri l’imponente sagoma della nave tra suggestivi alberi concrezionati di spugne (Axinella cannabina, Axinella polypoides, Phorbas tenacior, Aplysina aerophoba), briozoi (il falso corallo Myriapora truncata e la trina di mare Sertella septentrionalis), e policheti (tra cui la bellissima Filigrana implexa), contornati da banchi di pesce. Raggiunta una profondità di circa 30 metri, si inizia a perlustrare la fiancata sinistra cercando tra le lamiere dello scafo i numerosi residenti: Saraghi, Cernie, Aragoste, Murene e Gronghi. Ritornando nei pressi della cima, si costeggia la fiancata destra dove si possono notare maschere antigas, elmetti militari appartenuti all’equipaggio e, prima di incominciare la risalita, l’imponente ancora adagiata sulla posidonia.

 

 

IL RELITTO DELL’AEREO JUNKER 88

Da oltre sessant’anni, su un fondale sabbioso di 35 metri a circa 2 miglia e mezza ad ovest di Santa Caterina di Nardò, giace il relitto di un aereo tedesco risalente alla  Seconda Guerra Mondiale. Si tratta di un Junker 88, un bombardiere bimotore costruito dall’azienda tedesca Junkers GmbH. Il relitto è posizionato sul fondale in perfetto assetto ed in ottimo stato di conservazione. Largo circa 20 metri e lungo 15, offre emozioni uniche grazie alla sua storia e all’insieme di colori che flora e fauna hanno gli regalato negli anni, ricoprendo la struttura del velivolo. Gli esperti di mare hanno cominciato a parlare con maggiori dettagli dell’aereo e a definire approssimativamente la sua posizione, solamente nel 2001. Qualche anno fa, dopo molte ricerche ed immersioni, i subacquei del Costa del Sud Diving Service di Santa Caterina di Nardò (LE), coordinati da Andrea Costantini (responsabile e istruttore subacqueo e uno dei massimi esperti dei fondali salentini), lo hanno raggiunto, rilevato ed esplorato. Non sono stati rinvenuti resti umani, il che fa pensare che il pilota sia riuscito ad abbandonare l’aereo prima che si inabissasse.

L’IMMERSIONE (35 metri)

 

Sei un operatore turistico e vuoi pubblicare le tue offerte su Viaggi per Sub?
Contattaci senza impegno all'indirizzo info@viaggipersub.it

---------------

I pacchetti, voli, soggiorni presenti su questo portale, sono organizzati da operatori turistici specializzati nel turismo subacqueo e le condizioni di vendita fanno riferimento ai rispettivi operatori.

I resort, centri diving e immersioni sono gestiti dai rispettivi proprietari e Viaggi per Sub collabora con loro per la promozione web.

© Copyright 2014 - 2018 by Viaggi sub in Italia e nel mondo - P.IVA 02191680699
Privacy policy - Cookie Policy