BLOG

TITLE

DESCRIPTION

Relitto di Pomonte

Relitto di Pomonte

Il relitto di Pomonte è ciò che rimane di una nave mercantile italiana di 499 tonnellate chiamata Elviscot. La nave era utilizzata per il trasporto di carichi mercantili collegando i porti del sud Italia alla costa Provenzale.
Oggi il relitto di Pomonte è uno dei più visitati in Italia, perché giacendo vicino alla costa e a pochi metri di profondità, è possibile osservarne i resti con il solo utilizzo di maschera, boccaglio e pinne. Fra tutte le cose da vedere all’Isola d’Elba, lo snorkeling o le immersioni sul relitto dell’Elviscot sono sicuramente due delle più emozionanti attività da fare.

Storia del mercantile Elviscot

Il piccolo mercantile Elviscot costruito nel 1960 nei cantieri olandesi di Waterhuizen (NL), misurava 62,25 metri di lunghezza, per 10,2 metri di larghezza e 499 tonnellate di peso. Era di proprietà di Lavinia Antonio Scotto di Napoli che lo usò inizialmente per il trasporto di legname collegando i porti del sud Italia alla costa Provenzale.
Durante la sera del 10 gennaio 1972, raggiunte le acque fra il Canale di Corsica e l’Isola d’Elba, il comandante decise di avvicinarsi alla costa a causa di un’infiltrazione d’acqua sotto coperta.
Purtroppo però, intorno alle 20:00, nelle acque davanti al paese di Pomonte (a sud-ovest dell’Isola d’Elba), il comandante non vide lo scoglio dell’Ogliera e il mercantile andò in secca salendo letteralmente con la prua sopra lo scoglio, a circa 150 metri dalla spiaggia.
La nave naufragò e la poppa affondò, fortunatamente senza nessuna conseguenza per l’equipaggio che riuscì a mettersi in salvo raggiungendo la vicina spiaggia di Pomonte, ribattezzata successivamente “la spiaggia del relitto”.
Il mercantile rimasto incagliato sullo scoglio con la prua semi-affondata, costituiva però un potenziale pericolo per i bagnanti della vicina spiaggia di Pomonte e della spiaggia dell’Ogliera. Per questo motivo parte dello scafo affiorante fu recuperato e il resto del relitto fu definitivamente affondato.
Oggi infatti, l’intera poppa e la fiancata del mercantile giacciono sul fondo sabbioso, sul lato est dello scoglio, ad una profondità di circa 12 metri.

Relitto di Pomonte

Come vedere il relitto di Pomonte?

Se sai nuotare, vedere il relitto di Pomonte è alla portata di tutti. Il grande scheletro di ferro è adagiato sul fondo ad una profondità fra i 2 e i 12 metri di profondità, quindi è penetrabile (consigliato soltanto agli esperti) anche in apnea. È possibile osservare i resti del mercantile Elviscot in diversi modi:

  • SNORKELING DALLA SPIAGGIA: raggiungendo la spiaggia di Pomonte o la spiaggia dell’Ogliera, con maschera, pinne e boccaglio, potrai raggiungere il punto esatto dove giace il relitto a est dello scoglio dell’Ogliera. Naturalmente è indispensabile saper nuotare ed è consigliato l’uso delle pinne (per muoversi più agevolmente da un punto all’altro del relitto). Il piccolo scoglio accanto al relitto è utile per riposarsi qualche minuto tra un tuffo in apnea e l’altro.
    Se vai a visitare il relitto dalla spiaggia, è consigliabile portare le scarpette da scoglio (per la vicina spiaggia) ed è consigliabile preferire le prime ore del mattino: in tarda mattinata infatti, le acque intorno al relitto sono abbastanza affollate di turisti.
  • IMMERSIONI SUBACQUEE: se sei già un subacqueo certificato e hai un brevetto sub, quest’immersione è sicuramente da non perdere perché è tanto bella, quanto suggestiva. Vista la trasparenza delle acque e la quasi assenza di correnti, questa immersione è adatta anche ai subacquei principianti.
  • IN PEDALÒ CON LO SPECCHIO SUBACQUEO: presso la vicina spiaggia di Pomonte, è possibile noleggiare un pedalò con specchio subacqueo, per ammirare comodamente il relitto dalla superficie.
  • GITE IN BARCA (con fermate snorkeling): se non hai il brevetto da sub o preferisci prenotare un giro isola a bordo delle numerose barche che d’estate partono giornalmente per visitare le coste dell’Elba, allora questa soluzione (adatta anche a famiglie con bambini) fa per te!
    Giornalmente ci sono barche per escursioni che partono dai principali porticcioli dell’Elba e a seconda dell’itinerario, ti porteranno anche a visitare le acque del relitto di Pomonte.
    La barca naturalmente si fermerà a debita distanza dal relitto per motivi di sicurezza e tu potrai raggiungere il relitto a nuoto. Anche in questo caso è consigliabile nuotare con maschera, pinne e boccaglio. Se sei munito di una action cam subacquea potrai anche immortalare come vividi ricordi la tua visita al relitto.
  • GITA IN BARCA CON VISIONE SOTTOMARINA (senza fermate snorkeling): dai porticcioli dell’Elba e precisamente da Marciana Marina e da Portoferraio, è possibile fare una gita sulla barca Nautilus: un’imbarcazione di 24×8 metri con una capienza massima di 200 persone e 80 metri quadri di cristalli situati sul fondo per ammirare la flora e la fauna marina dei fondali, oltre che il bellissimo panorama marino dell’Elba. Scoprire l’Elba attraverso la visione sottomarina di questa barca, ti da la passobilità di ammirare alcuni dei fondali più ricchi del Mar Tirreno, senza bagnarti.

Se non hai il brevetto sub e ti piacerebbe sperimentare quest’esperienza, hai due possibilità. Puoi prenotare un’immersione di prova (il cosiddetto “battesimo del mare“) per fare un’immersione con un istruttore a te dedicato.

In alternativa puoi anche prenotare un corso sub all’Elba, dove sempre insieme ad un istruttore a te dedicato, tratterai in pochi giorni la teoria e poi la pratica necessaria per diventare un subacqueo certificato.

Relitto di Pomonte

La visita a nuoto al relitto di Pomonte è adatta anche a bambini dotati di buona acquaticità, accompagnati da adulti.

Immersioni al relitto di Pomonte

Questa è una delle poche immersioni dell’Elba che si possono fare senza il bisogno di un’imbarcazione, partendo direttamente dalla riva. L’immersione al relitto di Pomonte è adatta anche ai principianti e a chi si è avvicinato da poco a quest’attività sportiva e presenta un’ottima visibilità e scarsa corrente. Ideale per chi ama i relitti, per gli appassionati di fotografia e per chi cerca una lunga e rilassante immersione.

Fra le immersioni subacquee in Italia, quella al relitto di Pomonte è l’immersione sul relitto ricreativo più visitato d’Italia.
Negli anni la nave mercantile è diventata un habitat marino ricchissimo ed è colonizzata da coloratissime margherite di mare (Parazoanthus), ed è diventata il rifugio sicuro per molti pesci, come: corvine, occhiate, tordi, saraghi, donzelle, polpi, cavallucci marini, gamberetti, cipree e gronghi.

Prenotando con uno dei diving all’Elba, potrai tuffarti nelle splendide acque intorno al relitto, ma anche tra gli altri numerosi punti d’immersione dell’Isola di Cerboli, dell’Isola di Palmaiola e della bellissima isola di Pianosa.

La plancia del relitto è facilmente visitabile attraverso l’enorme apertura superiore. Per motivi di sicurezza e per preservare il relitto, è sconsigliato entrare nella sala macchine (quest’area è comunque visibile e fotografabile da una finestra del castello di poppa.
A poppa del mercantile, ci sono due ampie aperture che consentono di risalire lungo un corridoio dove si raggiunge la plancia di comando.
I raggi del sole che penetrano attraverso le feritoie e gli oblò del relitto, regalano giochi di luce e ombra molto suggestivi, per un’immersione spettacolare assicurata.

Cliccando su questo video di Youtube potrai vedere le immagini della nave mercantile ancora “intera e funzionante” e le suggestive  immagini storiche del naufragio.

Se sei appassionato di relitti subacquei, ti entusiasmerà sapere che le acque dell’Arcipelago Toscano nascondono ben 5 relitti, tutti da esplorare:

  • il relitto del mercantile dell’Elviscot, all’Elba;
  • il relitto dell’Islander della Transavio. Un piccolo aereo da turismo, vicino a Porto Azzurro;
  • il mercantile Anna Bianca, all’Isola di Giannutri;
  • un cacciatorpediniere della Seconda Guerra Mondiale, nelle acque di fronte a San Vincenzo;
  • il G32, un peschereccio proveniente dal Giappone della Prima Guerra Mondiale, nelle acque di fronte a San Vincenzo.
The following two tabs change content below.

Francesca Maglione

Ideatrice di Viaggi per Sub ®. Sono la prima travel blogger italiana specializzata nel mondo dei viaggi diving. Aiuto i subacquei (e chi sogna di diventarlo) a trovare le migliori offerte e i viaggi da vivere sotto il pelo dell’acqua, in Italia e all’estero.

Immagini e link di affiliazione da Amazon Product Advertising API

Francesca Maglione
Ciao! Mi chiamo Francesca Maglione e sono la prima travel blogger italiana specializzata nel mondo dei viaggi diving.
Attraverso Viaggi per Sub ®, aiuto i subacquei (e chi sogna di diventarlo), a trovare nuove stimolanti avventure da vivere sotto il pelo dell’acqua.
Sei pronto a tuffarti nel blu?


COS'È VIAGGI PER SUB®?
Viaggi per Sub® è il blog n.1 in Italia che aiuta i subacquei e chi sogna di diventarlo, a trovare nuove stimolanti avventure da vivere sotto il pelo dell’acqua.

COSA TROVI SU VIAGGI PER SUB®?
Su Viaggi per Sub trovi un'esclusiva selezione di offerte di diving center e tour operator subacquei, in un unico sito.

---------------

Le condizioni di prenotazione delle immersioni e delle vacanze presenti sul sito, fanno riferimento rispettivamente ai tour operator subacquei e operatori turistici indicati nelle singole offerte sub, alla voce "Organizzato da".

© Copyright 2014 - 2024 - Viaggi per Sub ® di Francesca Maglione
è il blog n. 1 in Italia di immersioni e viaggi per subacquei
info@viaggipersub.it - P.IVA 02191680699 Privacy policy - Cookie Policy - Disclaimer - Aggiorna le impostazioni personali sui cookie